Sempre più stretti i rapporti tra Cortona e il Friuli Venezia Giulia

Nei giorni scorsi è giunto in visita a Cortona l’Assessore alla Cultura della Città di Udine Federico Angelo Pirone. Dopo la città di Cividale, con la quale esistono rapporti consoli-dati da tempo, si apre, quindi, un percorso di collaborazione con un’altra importante città del Friuli quale è Udine.

L’assessore Pirone ha incontrato il sindaco di Cortona Francesca Basanieri e la Giunta Comunale, ha visitato la città, i musei ed il Parco Archeologico, ha avuto modo di conoscere a fondo il territorio. “E’ stata una visita proficua, dichiara il sindaco di Cortona Basanieri, per noi il rapporto con il Friuli sta diventando molto importante e credo che ciò offra grandi potenzialità specialmente sotto il profilo delle collaborazioni culturali e turistiche”.

L’incontro a Cortona è stato propiziato dal presidente del Club Cortonesi e Toscani nel FVG, il cortonese residente a Udine, Vincenzo Rossi, il quale, da qualche anno, cerca di instaurare rapporti di collaborazione tra le due realtà. I primi contatti furono avviati lo scorso anno in occasione di una conferenza tenuta a Udine dal prof. Nicola, Caldarone in occasione dei 750 anni della nascita di Dante, organizzata dal Club in collaborazione con il FAI di Udine, alla ‘quale parteciparono anche il presidente del consiglio Comunale di Cortona, Lorena Tanganelli e il consigliere Luca Pacchini. Con l’incontro del 21 Gennaio scorso sono stati definiti altri eventi e altre forme di collabora-zione come la presentazione a Udine della prossima mostra sulla grafia etrusca di Cortona; la visita a Cortona nel mese di Aprile di un gruppo di professori della scuole superiori di Udine per un corso di aggiornamento su tematiche culturali e ancora in tempi ravvicinati una mostra di pittori cortone-si che verrà ospitata negli ambienti messi a disposizione dal Comune di Udine.

Pienamente soddisfatti si sono dichiarati gli interlocutori di que-sta interessante operazione per un maggiore sviluppo artistico e culturale delle due realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *